Julia Roberts, una strega non ossessionata dallo specchio

L'attrice nei panni della cattiva matrigna di Biancaneve racconta di non invidiare le colleghe più giovani
Cattiva, anzi cattivissima, e, in una scena, anche vecchissima. Si stenta a riconoscere la Julia Roberts di Pretty Woman nei panni della regina cattiva in Biancaneve di Tarsem Singh. L'attrice ancora non sa che effetto le provocherà la sua immagine invecchiata.

"Non ho ancora visto il film. La cosa peggiore deve essere stata per Lily Collins che ha docuto recitare di fronte a me che avevo 50 pallini verdi sulla faccia, perchè il mio viso invecchiato è stato fatto tutto al computer". Nonostante ormai sia ultraquarantenne, la Roberts non si sente ossessionata dal trascorrere del tempo. "Solo una donna nevrotica potrebbe sentirsi minacciata da una giovane. E io nevrotica ancora non lo sono. Nè mi ossessiona l'età che avanza".
Back to top